Tutti i tipi di maschere subacquee con spiegazioni, istruzioni e foto

Quando si decide di regalarsi un’esperienza unica come l’esplorazione dei fondali marini, alla scoperta di flora e fauna a dir poco meravigliosa, bisogna indossare un’attrezzatura ad hoc. Dell’equipaggiamento ad avere un ruolo importante è la maschera subacquea. Ovviamente non esiste un modello “unico”. A seconda del tipo di attività sotto l’acqua che ci si appresta a vivere, infatti, sarà necessario scegliere una maschera specifica. L’avventura acquatica potrà trasformarsi così in un evento ricco di bellissime sorprese.

Prima classificazione delle maschere subacqee: le lenti

Le maschere subacquee si distinguono in primis per il numero di lenti che possiedono. Possono avere una, due o più lenti (da tre in poi). Si chiamano, rispettivamente, monovetro, bivetro e multivetro. Ognuna vanta specifiche caratteristiche. In particolare:

  • Maschera monovetro: di solito vantano dimensioni importanti. Sono provviste di una vetratura ampia che permette di poter contare su un grande campo visivo. Proprio per la loro struttura generosa, però, sono caratterizzate da un grande volume interno che comporta la necessità di una maggiore quantità d’aria per lo svuotamento e la compensazione. Il facciale, di solito di forma rettangolare con angoli stondati o squadrati,  copre circa metà fronte, occhi e naso. La superficie vetrata può essere leggermente inclinata verso il basso: questo permette un miglior controllo dell’attrezzatura che si indossa.
  • Maschera bivetro: leggere, compatte e dalle dimensioni contenute e compatte. Il facciale ,opportunamente conformato, copre occhi e naso. Sono dotate di due lenti separate, a volte non parallele al viso ma inclinate verso il basso, dalla caratteristica forma “a goccia”, ovali o tondeggianti. Assicurano un campo visivo ampio e che spazia in tutte le direzioni. La distanza tra gli occhi e la lente è ridotto e, di conseguenza, anche il volume interno.
  • Maschera multivetro: sono realizzate da una parte anteriore con uno o de vetri e provviste di due vetri laterali aggiuntivi. Dalle dimensioni variabili (e dunque è variabile anche il volume interno), il facciale copre occhi e naso. Il campo visivo è molto ampio e particolarmente luminoso in ogni direzione.

Da sapere

Il sub che ha un difetto visivo (come ad esempio la miopia) e non ama indossare le lenti a contatto durante le immersioni, deve sapere che il suo acquisto deve rivolgersi necessariamente sulle maschere subacquee bivetro o multivetro. Sono il questi casi, infatti, è possibile avere una maschera ottica “di fabbrica” o personalizzata.

Maschere senza cornice

In commercio esistono anche vari modelli di maschere subacquee senza cornice o “frameless”. Si tratta di modelli mono o bivetro che non hanno il telaio rigido e sono di dimensioni e volume interno in genere piuttosto ridotti. Il materiale d’elezione con cui sono realizzate è il silicone ipoallergenico che le rende molto morbide e flessibili. Caratteristiche che si traducono con estremo comfort una volta indossate. Al facciale sono raccordati i vetri e le fibbie del cinghiolo. Questo fa sì che la distanza tra gli occhi e la lente sia veramente minima, caratteristica che va a vantaggio di una visuale ampia e a 180 gradi.

Maschere granfacciali

Le granfacciali (o “full face”) sono maschere integrali. Questo significa che coprono il viso per intero, bocca inclusa. È necessario, dunque, che per poter rendere possibile la respirazione, l’erogatore venga inserito nella struttura in una apertura ad hoc.

Alcune considerazioni

In commercio esiste una vasta tipologia di maschere da sub, realizzate con diversi materiali, forme e colori. Scegliere il modello adatto in un’offerta che, di stagione in stagione, è sempre più ampia non è facile, soprattutto per chi è alle prime armi. Prima di tutto è necessario non dimenticare la funzione primaria di una maschera: deve permettere, stando in acqua, una corretta visione di quanto accade in un ambiente in cui non si è abituati a vedere. Sembra scontato, ma non è sempre così.

Web editor, laureata in Lingue con parecchi anni di insegnamento alle spalle e il giornalismo nel dna, amo scrivere (e leggere!) di tutto e di più. I miei hobby? Cantare, fotografare e fare origami. Da sempre sono affascinata da fauna e flora marina e, in generale, da tutto ciò che ruota intorno al mondo sommerso, con i suoi colori e le sue infinite possibilità di avventura.

Classifica dei Migliori Prodotti

Back to top
Maschere Subacquee