Migliori maschere subacquee del 2020

Una delle attività più praticate, soprattutto in estate, è l’immersione subacquea. Sono infatti circa 100 mila le persone che ogni anno in tutto il mondo si tuffano alla scoperta dei fondali marini per ammirarne lo spettacolo. Se siete appassionati di immersioni subacquee, sapete perfettamente che nella vostra attrezzatura non può mancare la maschera subacquea. Senza la maschera, il mondo acquatico apparirebbe sfocato e voi non sareste in grado di coglierne la bellezza e i colori.

Le svariate tipologie di maschere subacquee consentono un utilizzo diverso a seconda delle attività che si intendono fare. Vediamo insieme quali maschere sono disponibili in commercio.

Composizione e struttura

Come tutti sanno, le maschere subacquee sono maschere protettive, indispensabili per chi fa immersioni subacquee e snorkeling. Sono composte da una lente in vetro temperato o in plexiglass, che mette a fuoco la vista permettendo una visione nitida dell’ambiente acquatico. Grazie a questa lente, che solitamente è antigraffio e infrangibile, il fenomeno di rifrazione viene completamente annullato e gli oggetti appaiono più grandi del 33% e più vicini del 25%. Inoltre, la lente impedisce che all’interno della maschera si creino dei riflessi di luce che possono disturbare e infastidire il sub. Il corpo della maschera è realizzato in gomma o in silicone e si adatta perfettamente alla forma del viso. Negli ultimi anni, si preferisce utilizzare soprattutto il silicone perché questo è un materiale molto morbido e leggero e soprattutto perché resiste al deterioramento che la salsedine e gli agenti atmosferici possono causare.

Un’altra parte importante della maschera subacquea è la cinghia, o cinghiolo, cioè una fascia in silicone o in gomma, grazie alla quale è possibile fissare la maschera al viso in modo solido e saldo. Con questa cinghia, che nella maggior parte dei modelli è elastica, si è sicuri di non perdere la maschera durante l’immersione. Oltre alla lente e alla cinghia, tutte le maschere subacquee hanno un orifizio nasale che protegge le mucose nasali.

Inoltre sono disponibili tante tipologie diverse di maschere subacquee. Alcuni modelli sono anti appannamento e hanno un design moderno e colorato, altri hanno un finestrino di sicurezza anti-rottura e una visione di 180°. Esistono poi maschere per l’apnea, gran facciale, a singola o a doppia lente e maschere per ARA (autorespiratore ad aria).

Indipendentemente dal modello che sceglierete di acquistare, le maschere vi garantiranno sempre il massimo comfort durante le vostre immersioni e vi consentiranno di godere della bellezza del mare in totale sicurezza.

Maschere per l’apnea

Le maschere per l’apnea sono di piccole dimensioni, molto simili agli occhialini da nuoto ma con il naso coperto da un’aggiunta in silicone. Leggere e confortevoli, offrono una visione limitata e piuttosto ridotta, e sono state concepite soprattutto per fare pesca subacquea e apnea pura. Questi modelli hanno un volume interno minimo che facilita lo svuotamento dell’acqua in immersione. Ed è proprio questa caratteristica a differenziare la maschera per l’apnea da tutti gli altri modelli di maschere subacquee.

Le maschere per l’apnea inoltre si adattano facilmente ad ogni viso e sono realizzate con materiali resistenti e flessibili, come il silicone, per questo indicate anche per un uso prolungato, perché non lasciano segni intorno agli occhi e sul viso.

Grazie al facciale avvolgente e a un cinturino regolabile, aderiscono perfettamente al viso risultando funzionali e molto comode. Molti modelli hanno le lenti anti appannamento che proteggono dai raggi ultravioletti, altri invece sono dotati di lenti in vetro temperato molto resistente ai graffi.

Modelli per immersioni con autorespiratore

Le maschere per immersioni con autorespiratore (ARA) sono di grandi dimensioni e con una ampia vetratura. In alcuni modelli, per permettere una visuale più completa, è possibile addirittura avere i vetri inferiori e superiori, oltre che quelli laterali. Il materiale utilizzato per la realizzazione di queste maschere è prevalentemente il silicone, perché al tempo stesso è resistente e molto morbido, per questo non lascia alcun segno sulla pelle, neanche dopo una lunga immersione. Di silicone è spesso anche il cinghiolo che è flessibile e regolabile, che non ostacola i movimenti ma che è in grado di garantire una perfetta stabilità della maschera sul viso.

Le maschere per Ara hanno un design idrodinamico, moderno e colorato che piace molto anche alle donne. Sono leggere e pratiche. Alcuni modelli hanno i vetri inclinati e con una forma simile a una goccia rovesciata, altri invece hanno integrate una Cam per fare le foto o i video durante l’immersione.

Maschere gran facciali

Le maschere gran facciali sono le maschere subacquee più grandi di tutte perché coprono non solo l’intero volto ma anche la bocca. Oltre ad un campo di visione particolarmente ampio, hanno un sistema di ventilazione e di respirazione interno che permette di respirare tranquillamente senza l’aiuto di bombole e senza che i vetri si appannino. Quindi, grazie all’erogatore incorporato, il sub può respirare naturalmente con il naso e con la bocca, tenendo il viso al riparo da acque fredde o poco pulite, che possono contenere sostanze inquinanti o dannose per la pelle. Sono leggere e facili da indossare, perfette soprattutto per i bambini o per gli adulti che fanno immersione poche volte all’anno.

Questo tipo di maschera è utilizzata sia da sub a livello professionale sia dai cosiddetti “subacquei ricreativi”, cioè da tutti coloro che si immergono col semplice scopo di divertirsi e di svagarsi. Con le maschere gran facciali è possibile comunicare con i compagni di immersione oppure con quelli che sono rimasti in superficie.

Modelli a singola lente e a doppia lente

Le maschere subacquee possono essere a singola lente o a doppia lente. Le prime sono definite da alcuni anche monovetro o monolente proprio perché formate da un’unica grande lente che unisce i due occhi senza una struttura centrale che divide la maschera in due parti, garantendo così un ampio campo visivo. Con facciale in silicone trasparente o di vari colori, a seconda dei gusti, le maschere subacquee a singola lente sono resistenti e funzionali anche grazie alla lente in vetro ottico temperato con spessore mai inferiore ai 3 mm. Si adattano facilmente a tutte le forme del viso e hanno una fibbia con sistema di regolazione.

Le maschere a doppia lente, invece, sono quelle costituite da due lenti separate che creano, a differenza delle monolenti, più spazio per il naso. Disponendo di meno volume interno, hanno di conseguenza un campo visivo ridotto rispetto a quello delle maschere a singola lente. Anche queste sono realizzate in silicone anatomico anallergico, con un telaio normalmente in policarbonato che assicura maggiore resistenza ai raggi UV. Comode e pratiche, queste maschere subacquee non hanno taglie in quanto dispongono di un cinghiolo di gomma che permette una perfetta regolazione della maschera sul viso. Le maschere subacquee a doppia lente sono le più vendute sul mercato.

Maschere graduate

Vista l’impossibilità di usare i normali occhiali da vista sotto la maschera subacquea, sono state pensate delle maschere graduate, disponibili in diverse diottrie, per chi soffre di problemi alla vista, dalla miopia all’astigmatismo. Si tratta di maschere realizzate in silicone trasparente o scuro, anallergico o ipoallergenico con un innovativo sistema di respirazione attorno al naso che evita alle lenti di appannarsi durante la respirazione. Queste maschere sono spesso dotate di fibbie oscillanti e regolabili in inclinazione e permettono un ampio campo visivo.

Le lenti graduate possono essere applicate su tutte le maschere subacquee esistenti sul mercato, quindi su quelle per apnea, su quelle gran facciali e sulle maschere per ARA.

Le lenti della maschera subacquea devono avere la stessa gradazione di quella degli occhiali da vista per garantire stabilità e comfort anche per diverse ore. Inoltre le lenti possono essere di qualunque forma e disegno a seconda della maschera subacquea che si possiede. Possiamo trovare lenti graduate anche per maschere subacquee con vetro unico.
Affinché la maschera subacquea graduata, come tutte le altre maschere subacquee, possa durare nel tempo è necessario seguire alcuni consigli per una corretta manutenzione. Innanzitutto bisogna lavarla accuratamente dopo ogni immersione in abbondante acqua per togliere tutti gli eventuali residui di sabbia, sale e alghe. Poi bisogna asciugarla bene per evitare muffe e funghi, non esporla ai raggi solari e infine conservarla in un luogo asciutto, preferibilmente nell’apposita custodia. Molti sono gli ottici che si occupano di installare le lenti sulla maschera, garantendo un lavoro di alta precisione e professionalità. Non da meno però sono le maschere subacquee graduate che possono essere acquistate on line. Si può infatti scegliere tra una vasta gamma di prodotti di alta qualità per tutti i difetti della vista a prezzi competitivi. Tra questi troviamo le lenti adesive per presbiti, che vengono applicate direttamente sulla maschera subacquea. Queste lenti adesive sono leggere, economiche e realizzate in plastica flessibile. Essendo removibili possono essere riutilizzate anche più di una volta.

Altre tipologie

Tra le varie tipologie di maschere subacquee non ancora citate ce ne sono quattro che è importante conoscere per avere un quadro più completo.

  • Maschere senza montatura. Estremamente leggere, comode e aerodinamiche, queste maschere non hanno una cornice di montaggio ma un ampio campo visivo e un ridotto volume interno. Sono solitamente modelli a singola lente e realizzate in silicone. Il vantaggio di queste maschere è che possono essere chiuse e portate ovunque comodamente; lo svantaggio è invece che non possono essere smontate qualora un componente fosse da riparare. È particolarmente adatta alla pesca in apnea.
  • Maschere con valvola di scarico. In questi modelli è possibile svuotare in modo semplice e veloce l’acqua che entra all’interno della maschera grazie proprio a questa valvola. Sono perfette per scattare foto subacquee in totale calma e sicurezza.
  • Maschere con attacco GoPro, che hanno incorporata una camera per riprendere e fotografare il mondo acquatico. La Cam è solitamente posizionata sopra le lenti. Queste maschere sono indicate anche per i principianti che, avendo le mani libere, possono concentrarsi sull’immersione mentre viene registrato il video.
  • Maschere per bambini. Di dimensioni più ridotte e con colori più allegri e divertenti, le maschere per bambini hanno sostanzialmente le stesse caratteristiche di quelle per adulti, sono quindi leggere, comode e facili da indossare.

Differenze con gli occhialini

Sia le maschere subacquee che gli occhialini sono stati pensati per nuotare e fare immersioni. Entrambi permettono di vedere bene sott’acqua e proteggono gli occhi dalla salsedine del mare e dal cloro delle piscine. Ma le differenze tra queste due attrezzature subacquee sono numerose. Innanzitutto, gli occhialini sono sicuramente più adatti per fare gare di nuoto, perché leggeri e di piccole dimensioni, mentre le maschere sono ideali per i professionisti e gli appassionati di snorkeling e di pesca subacquea, perché più grandi e performanti.

Nella maschera il naso è incorporato, e negli occhialini invece no. Questo significa che utilizzando una maschera proteggiamo non solo la bocca ma anche le nostre mucose nasali.

Un’altra differenza riguarda il colore delle lenti e il materiale utilizzato per realizzarle. Se nelle maschere subacquee le lenti sono trasparenti e anti riflesso, in vetro temperato o in plexiglas, negli occhialini sono prevalentemente in policarbonato o in plastica leggera e di vari colori.

Ad esempio, è possibile acquistare modelli con lenti blu o viola, che proteggono dagli abbagliamenti, trasparenti, che forniscono una luce naturale, e lenti ambrate, adatte sia per i luoghi aperti che per gli ambienti chiusi. Inoltre, gli occhialini e le maschere si differenziano tra di loro anche perché queste ultime permettono di regolare la pressione subacquea attraverso una compensazione della pressione, mentre con gli occhialini questo non è possibile. Infine, è meglio utilizzare gli occhialini se si nuota sulla superficie dell’acqua o in una profondità non maggiore di 2 metri; le maschere sono invece indicate per le immersioni profonde.

Le migliori marche

Quando si parla di marchi produttori di maschere subacquee, non possiamo non fare riferimento a Cressi, l’azienda italiana che dal 1946 produce attrezzatura per subacquea. Tra i prodotti venduti ci sono areatori, kit per snorkeling e ovviamente maschere. Che siano gran facciali, graduate, per apnea o per bambini, le maschere subacquee Cressi sono prodotti di alta qualità, realizzati con materiali morbidi ed ergonomici, in grado di garantire massimo comfort e grande leggerezza durante l’immersione. Dotate di fibbie girevoli e di lenti inclinate di 15°, le maschere Cressi hanno un design innovativo e idrodinamico, e sono di svariati colori, dai più classici bianco e nero a quelli più originali come il rosa, il rosso, l’azzurro e il verde acqua. I prezzi di queste maschere variano a seconda del modello ma sono comunque abbastanza accessibili a tutti. Per acquistare una buona maschera gran facciale Cressi sono sufficienti €29, mentre quelle con lenti ottiche o lenti graduate costano circa 130 euro.

Per comfort e convenienza si distinguono anche le maschere subacquee Emsmil. Caratterizzate da lenti anti appannamento e da un design impermeabile che impedisce l’entrata dell’acqua, queste maschere hanno due canali separati di flusso dell’aria, uno per l’espirazione e l’altro per l’inspirazione. Questo fa sì che durante l’immersione si possa respirare in modo libero e assolutamente naturale. Le maschere Emsmil costano dai 20 ai 26 euro.

Degne di nota sono anche le maschere Flyboo, di cui piacciono in modo particolare l’ampio campo visivo e la possibilità di collegare la propria videocamera per fare foto e video durante l’immersione, e le maschere Seac, l’azienda genovese che punta su innovazione e tecnologia.

Consigli per l’acquisto

Prima di acquistare una maschera subacquea vogliamo darvi dei consigli utili che vi aiuteranno a fare la scelta giusta. Il primo fattore da tenere in considerazione è l’adattabilità al viso. Perché la maschera sia perfettamente adatta al vostro viso è fondamentale scegliere la taglia giusta, dato che in commercio ci sono maschere con forme e dimensioni differenti. Per scegliere la taglia giusta è indispensabile provare la maschera. Se, dopo averla premuta sul viso, aver ispirato dal naso e poi rilasciato la maschera, questa cade, allora la taglia è sbagliata. Sarà della taglia giusta quando non cadrà. Altri criteri tecnici da considerare sono il campo visivo e la solidità. Se preferite avere un campo visivo più chiaro e ampio vi consigliamo di scegliere le maschere con una lente singola. Per quanto riguarda la solidità, invece, sarebbe meglio preferire le maschere che hanno un vetro temperato, perché è infrangibile, antigraffio e sicuramente più resistente di quello in policarbonato, più soggetto a graffi e meno durevole.

Non dimenticate poi di valutare anche la stabilità che la maschera ha sul vostro viso. Per essere sicuri che resti fissa e non cada, è meglio optare per un cinghiolo in silicone, flessibile e morbido, oppure per uno in tessuto se avete i capelli lunghi, così non si strapperanno quando toglierete la maschera.

Da non sottovalutare è anche la qualità dei materiali, che devono essere morbidi ed ergonomici ma al tempo stesso resistenti e durevoli nel tempo. Infine, prima di acquistare una maschera subacquea è importante anche considerare gli accessori di cui questa dispone. Ad esempio, se siete tipi particolarmente social e volete mostrare a tutti i vostri amici il video della vostra immersione allora optate per quelle maschere che hanno la Cam incorporata o un supporto per fotocamera removibile, così potrete registrare la vostra esperienza subacquea in modo semplice e facile. Tra gli accessori relativi ad una maschera subacquea ci sono anche le custodie in cui riporre la macchina dopo l’utilizzo. L’ultimo criterio che vi aiuterà a scegliere una maschera subacquea piuttosto che un’altra è senza dubbio il prezzo e il budget che avete a disposizione per acquistarne una. Ovviamente il prezzo sarà più alto se la maschera sarà più performante e accessoriata.

Luisa Pacella

Back to top
Maschere Subacquee